Si parlava di una location top secret, si parlava di decine di supercars presenti, si parlava di un parco immerso nel verde e di una giornata baciata dal sole. Lo sognavo già prima d’arrivarci. E per una volta, la realtà è stata davvero meglio del sogno che da mesi aspettavo si realizzasse.

In mattinata, prima tappa presso il ristorante Corte Francesco, Montichiari. Ad accoglierci, lo spettacolo di un grande parco (curatissimo) immerso nel verde, decine di fotografi ed uno staff che ci ha invitato a posizionare l’auto nella corretta zona. Sì, perché la premura degli organizzatori nel suddividere le varie case automobilistiche è stata davvero maniacale.

Nel corso delle due ore successive, mi sono quasi commosso nel veder arrivare tra noi gioielli come la Maserati Mc-12, la Bugatti eb-110, le quattro Ferrari f40 (e successivamente f50, Enzo e LaFerrari), un esercito di Lamborghini, diverse Pagani Zonda ed altre decine di super e hypercars presenti su mercati moderni e d’epoca. Il livello automobilistico è stato tale da far sembrare “normale” la vista di auto che, se viste singolarmente sulle strade quotidiane, mi avrebbero fatto esaltare per un’intera giornata (esonerata dal discorso la brutale Mercedes G63 AMG 6×6, partecipante alla manifestazione).

Lo squisito pranzo è stato solo una formalità vitale in attesa del pomeriggio.

Partenza verso le 15 in direzione Parco Sigurtà presso Valeggio sul Mincio. Uscita in massa dalla location mattutina all’italiana, in coda, fra risate, musica e odore di benzina bruciata.

Ad attenderci nell’immenso Giardino pomeridiano migliaia di fans, ragazzi di ogni età uniti dalla stessa passione. È stato sufficiente, dopo aver parcheggiato l’automobile sull’erba, scendere e guardami intorno per comprendere la maestosità dell’evento, per vedere tutto quel fiume di persone che ancora, come me, si emozionano urlando e ridendo davanti ad un rumoroso mezzo a quattro ruote.

Un ringraziamento particolare a tutto lo Staff del Cars and Coffee che è stato in grado di accogliere e coordinare egregiamente tutti i partecipanti alla giornata, ed un plauso agli organizzatori grazie ai quali è possibile, per noi maniaci dell’automotive, godere di queste giornate, uniche nel loro genere.

E che dire? A presto, anzi, al prossimo Cars and Coffee!

Keep on Driving!