Non ho purtroppo ancora avuto la possibilità di testare approfonditamente fino ad ora nessun tipo di tecnologia hybrida applicata al mondo dell’automobile. Devo dire che gli articoli letti a riguardo mi hanno dato modo di farmi un’idea di quanto il futuro dell’automotive sia condizionato, almeno in buona parte, da questo tipo di energia rinnovabile.

Un’esperienza di qualche giorno fa, però, mi ha davvero fatto capire quanto l’energia elettrica sia utile per dare un reale supporto al classico motore termico.

Ho avuto la possibilità di utilizzare per una mattinata una mountain bike elettrica, che ho sfruttato per un’escursione di circa quattro ore su terreni di vario tipo e con diversi gradi di pendenza. Premetto che fino ad ora la mia esperienza in ambito si era limitata all’utilizzo della classica bicicletta spinta unicamente dall’energia prodotta dai miei arti inferiori.

La mountain bike elettrica si avvale di una batteria che, sviluppando forza motrice, “supporta” la pedalata classica in base alla necessità: un po’ come le auto hybride che vediamo sulle nostre strade, favorisce principalmente gli sforzi fatti per partire da fermo, mentre a velocità costante l’aiuto è ridotto, quindi lascia che sia la forza del ciclista a dare continuità alla pedalata. Inoltre, è possibile tarare l’erogazione di motricità elettrica su quattro tipi di mappatura: eco, tour, sport e turbo.

So che per molti di voi il paragone potrà sembrare banale, ma vi garantisco che alla fine dell’escursione, il consumo metabolico calorico complessivo (che in questo caso potrei paragonare al consumo di carburante), è stato nettamente inferiore rispetto ad un’uscita fatta con bicicletta classica.

Ora, da petrolhead sono curioso di sperimentare la guida di un veicolo con tecnologia hybrida, magari riuscendo a confrontarlo con uno a tecnologia totalmente elettrica (come per esempio quella disponibile su modelli Tesla) per poter dare un parere tecnico valutandone pro e contro. Solo guidando troverò una risposta alle mie domande, quindi non mi resta che attendere un vero testdrive. Chiudo lasciandovi con la mia stessa curiosità e spero con il mio stesso entusiasmo!

Keep on Driving!